Pubblicato in: Viaggi

Tra natura e archeologia 


Diario di bordo destinazione Marche
Visita nelle città  d’arte e borghi più belli d’Italia.
Iniziamo con Osimo uscita autostrada A14 Ancona est meno di 20 km e ci troviamo di fronte un panorama da fotografare l’azzurro del cielo si confonde con il mare.

 

Battistero di Osimo
Battistero di Osimo

Andiamo spediti alla ricerca delle Grotte di Osimo che si trovano sotto il mercato delle erbe,si estendono sotto il sottosuolo della città per 9 km. 

Grotta di Osimo
Grotta di Osimo

Le grotte sono un vero labirinto ricco di basso rilievi a carattere religioso. 

Dopo la visita alle grotte  i facciamo un giro alcentro storico da non perdere il battistero del Duomo. 

Riprendiamo l’auto è ci dirigiamo a Offagna piccolo borgo che fa parte dei borghi più belli d’Italia. 

Offagna
Offagna

Il paese è  una piccola bomboniera la sua roccaforte domina tutta la collina ospita il museo delle armi. 

Dopo aver consumato il nostro pranzo al sacco proseguiamo per Jesi dista 25 km ca. 

Teatro Pergolesi
Teatro Pergolesi

Città dello sport e dell’arte. Ha  dato i natali sia all’imperatore del Sacro Romano Impero Federico II di Svevia che al grande compositore Pergolesi,oltre che alle grandi schermiste Valentina Vezzali ed attuale medaglia d’argento Elisa Di FrancescaGrazie alla sua cinta muraria ottimamente conservata L’UNESCO le ha conferito il titolo di città esemplare. 

Jesi
Jesi
Annunci
Pubblicato in: Viaggi

Route des Vignaroli


Diario di bordo ruote de Vignaroli 16/06/2016  week end lungo a Europapark  arriviamo con la nostra compagnia di fiducia EasyJet.
Appena atterrati prendiamo un gigantesca Citroën 7 posti.
Prima tappa del tour Eguisheim paesino incantevole penso il paese più bello della strada dei vini.

image
Strada dei vini

 

Questo villaggio sulla Strada dei Vini tra i più belli di tutta la Francia. Presenta in torno L castello case tutte dispone a cerchio.

Passeggiare sulle stradine lastricate ricche di belle case antiche a graticcio, con finestre e balconi di legno

image

abbelliti dai gerani, è molto piacevole. La piazza centrale è anch’essa splendida, con la sua fontana, il castello dei conti d’Eguisheim e la cappella colorata di San Leone IX. Nei dintorni di Eguisheim, la strada dei cinque castelli consente di partire alla scoperta dei torrioni d’Eguisheim, del castello di Hohlandsbourg e dei torrioni di Pflixbourg.

Nel mese di agosto, il villaggio si anima in occasione delle feste della cicogna e dei vignaioli..

Poi proseguiamo per Strasburgo dove abbiamo il nostro hotel Atena Spa poco fuori dal centro città.

Un bel bagno in piscina e completiamo la giornata a McDonald’s al centro di Strasburgo.

image

17/06/2016 visita a Rosheim piccolo borgo dove ancora  oggi testimonianza Alsaziana era ricca di Monasteri dal 15 ottobre 1862  il monastero di San Nicola ospita ancora 12 suore.

image

Proseguiamo per Obernai delizioso paesino Alsazia o che abbiamo ammirato con il trenino turistico. Il paese è  circondato da magnifici vigneti che producono in prevalenza  il Pinot grigio e quello bianco.  Caratteristiche sono anche le case costruite con i balconi esterni ricoperti in modo  da avere le case più  grandi.  Sulla piazza centrale si può  ammirare il famoso  Hotel de la ville,  municipio  della città.

image

E quasi ora della partita  di calcio Itallia-Svezia quindi ci dirigiamo al paese Riquewihr che espita la botte più antica del mondo ma questa non siamo riusciti trovarla ma siamo riusciti a vedere il successo dell’Italia con la vittoria di 1-0

image

Il paesino come tutti quelli che si incontrano sono dei veri gioielli.

image

Degustazione del Geutztraminer

18/06/2016 giornata Peter Pan a Europapark.

Il tempo ci assiste quindi alle 09:00 all’apertura siamo in prima fila alle casse automatiche  per comprare i biglietti per il parco.

image

Iniziamo con la visita completa  del parco con il trenino express poi iniziamo con i giochi veri

Subito un bel tuffo nelle cascate  del gioco di Poseidon dove una barca  a  tutta velocità si infila dentro l’acqua.

Woodan le montagne russe spettacolari.

image

Il gioco più carino è  quello di Arthur e i Minimei

Per i più grandi da non perdere Silver star dove si raggiunge il posto più alto 80 metri  a 130km orai

Pubblicato in: travel, Viaggi

Visita ai giardini del Quirinale


La presentazione filmata all’inizio della guida ai giardini del Quirinale recitava di un passaggio al passato in effetti la visita di oggi è  stata un vero e proprio passaggio in quello che è stata la residenza delle persone più importanti della nostra storia.IMG_20160424_123202

La visita al Quirinale era stata pianificata da tempo visto il numero limitato di visite per questioni
di sicurezza  il prezzo della visita e di 10 euro per la durata di 2,30 della visita.
La visita inizia con la Cappella Paladina. Completata da Urbano VIII Barberi  1623_1644.
Oggi concerto in pianoforte seguito da radio Rai.
Visitiamo lo studio de presidente dove fa il discorso di fine Anno Studio alla Verata
Percorriamo la loggia d’onore dove il Capo di Stato presenta la formazione del suo Governo.
Poi passiamo il salone delle feste  fino ad arrivare nelle cucine dove sono custodite le ceramiche di tutto il mondo.
Dopo aver visto tutto il vettovagliamento reale giungiamo alle giardini.
La sua superficie si sviluppa su quattro ettari immersa da piante secolari non ci viene fatto vedere tutto ma solo una parte.
Dopo i giardini Visitiamo le antiche scuderie papali che ora sono diventate per opera di Vittorio Emanuele II le scuderia reali.
Dopo e troviamo le berline del granduca Ferdinando III  e a fine ire il gabinetto storico e la galleria dei finimenti.
Pubblicato in: travel, Viaggi

Lavande e Vigneti


25/09/2014
Diario di bordo del tour della Provenza destinazione Montpellier.
Partenza da Roma di buon mattino e dopo un’ora di volo ci troviamo immersi nelle terre della Camargue dove ci accolgono estese zone paludose,popolate dai meravigliosi cavalli bianchi e dai tori,animali caratteristici di queste parti.
Prima tappa visita al paesino fortificato Aigues Mortes piccolo gioiello medievale racchiuso nelle sue mura di cinta.
Molto suggestiva la torre di Constance.
A seguire visitiamo Saients Maries de la mer e Arles.
Il primo villaggio sembra un dipinto meta turistica dei Francesi da vedere la chiesa di Santa Maria da dove si gode un ottimo panorama su tutta la Camarge.
Seconda tappa della giornata Arles città fondata dai Romani sul fiume Rodano e nota anche per essere stata la residenza di Van Gogh. Assolutamente da non perdere Les Arenes splendito esempio di anfiteatro Romano, il teatro Antico le terme di Costantino.
A pochi chilometri da Arles si erge l’abbazia di Montmajour.


26/09/2014
Itinerario nella Sede Papale di Avignone.
Posti che abbiamo visitato:
Palazzo dei papi é il più grande palazzo gotico d’ Europa residenza dei sovrani Pontefici nel 300. Cattedrale il giardino dei Doms ponte Saint-Benezet risalente al 1200.
Piazza dell’orologio é il cuore della città.
Di fronte alla città altra meta consigliata é villenueve de Avignon.

Avignon
Avignon

27/09/2014
Partiamo da Avignone direzione Isle sur la sorgue dista 28 km.
Denominata la Venezia del Rodano questo villaggio ti incanta per i suoi canali e le ruote dei mulini. E un isola circondata da rigagnoli d’acqua dove si affacciano deliziosi bistro qui ruotano solo i mulini il tempo si è fermato.
Poco distante 6 km un’altro delizioso villaggio Fontaine de vaucluse dove il castello eveques di cavaillon domina il paese da non perdere la fabbrica della carta.
Proseguiamo in un itinerario suggestivo fino ad arrivare nei meravigliosi vitigni che ispirarono il regista R.Scott nel film Ottima annata con Russell Crowe la caratteristica principale sono le villette tutte costruite i pietra rosa bellissimo é il borgo do Gordes.
Dopo i vitigni attraversiamo le distese di lavagna che ora non sono in fiore ma si mescolano con il rosso forte della terra caratteristico é il sentiero dell’Ocre a Roussillon.
Dopo abbiamo proseguito per Saint Remy de Provence dove c’e la casa di Nostradamus.
Sempre con un paesaggio naturale meraviglioso arriviamo al caratteristico Les baux de provence dove é situato il famoso castello omonimo sopra uno scoglio di roccia.
Fine della nostra tappa il castello di Tarascon considerato la sentinella dell”impero di Carlo Magno.
Il castello é al tempo sesso una fortezza ed un palazzo rinascimentale.
DSCN1230
28/09/2014
Montpellier,lasciamo l’auto all’aeroporto per andare al centro prendiamo il bus navetta che a soli 2 euro e in 15 minuti porta alla Place de Europe .
Attraversiamo tutta la parte nuova della città Antigone passato il centro commerciale Le Polygone ci troviamo alla piazza de la Comédie dove di fronte si può ammirare il palazzo dell’opera 1888.
Prendiamo la Rue de la loge che ci porta dritto al Palazzo della Giustizia 1853.
a pochi metri su Rue Foch L’arco di Trionfo in onore di Luigi XIV.
Passato l’arco attraversiamo il parco Royale du Peyrou con la statua equestre di Luigi XIV e L’acquedotto di Saint Clement dove l”ingegnere Henri Pilot si ispiro a pont de gard.
Proseguiamo per l” università di medicina piû antica del mondo attaccata la cattedrale di Saint Pierre 1536.
Riprendiamo la strada del ritorno dove incontriamo il museo delle belle arti piú prestigioso d’europa.
DSCN1298

Pubblicato in: travel, Viaggi

Viaggio a Montecassino


09/03/2014
Viaggio alla scoperta della Abbazia di Montecassino.
Da Roma Km 145 Autostrada A1 spese 7.80 uscita Cassino.
Sopra la collina di Cassino sorge uno dei piú belli monasteri d’Italia Monastero di Montecassino eretto da San Benedetto da Norcia.

Abbazia Montecassino

Questo meraviglioso monastero ora completamente ristrutturato dopo essere stato distrutto durante i bombardamenti alleati del 1944 teatro prima battaglia di Montecassino.
Visitiamo il museo dell’abbazia prezzo 5.00 euro.
All”interno troviamo custoditi manoscritti vasi etruschi e alcune tele del Cavalier d’Arpino.
Troviamo anche la sala del tesoro esposti calici d’argento.
Nelle vicinanze vale la pena andare a visitare il cimitero Polacco.

Cimitero Polacco
Pubblicato in: Viaggi

Una giornata a corte


A pochi km dal centro di Torino uno dei complessi più belli del Mondo si trova la Regia di Venaria

Mi sono regalato un paio di ore a passeggio tra la storia è le meraviglie di quello che ci offre il nostro paese.

A pochi km dal centro di torino uno dei complessi più belli del Mondo si trova la regia di Venaria,dopo decenni di abbandono è stata rimessa a nuovo.
Venne costruita a metà del Seicento per sfizio e il piacere della caccia poi è diventata una regia a tutti gli effetti.
La regia è ricca di affreschi,stucchi è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità nel 1997.
Per visitare la regia ci voglio circa 4 ore e io non avevo tutto questo tempo sicuramente ci tornerò per godermi tutto il programma da vivere in 20 emozionanti bellezze:

La passeggiata nella Reggia e nei Giardini ti offre la possibilità di conoscere storie straordinarie e vivere momenti di svago e relax ammirando il maestoso paesaggio. Questo Vademecum ti segnala venti cose da fare.
1. Scoprire nei suggestivi spazi sotterranei del piano seminterrato la storia della Venaria Reale e la dinastia che qui regnò – sale 2-13
2. Ammirare la Sala di Diana con le sue opere originali e gli affacci verso la Corte d’onore e il Giardino a Fiori – sala 16
3. Rivivere le atmosfere seicentesche della Reggia di Diana dedicata alla caccia e alle virtù della dea – sale 16-26
4. Entrare nel grandioso affresco multimediale sulla vita di corte creato dal regista Peter Greenaway – sale 1, 9-10, 20-22, 28-29
5. Attraversare – come i sovrani e gli ambasciatori del ‘700 – le sale del percorso di parata del Palazzo dei Re – sale 27-54
6. Curiosare negli Appartamenti privati dei sovrani ammirando gli arredi del Circolo della regina – sale 31-35
7. Sbalordirti di fronte alla bellezza e alla luce della Galleria Grande – sala 39
8. Godere la vista del Gran Parterre incorniciato dall’arco delle Alpi comodamente seduto al Caffè degli Argenti – 1
9. Lasciarti stupire dall’architettura del Rondò delle Stagioni scoprendo le prospettive all’infinito – sala 51
10. Raccoglierti nella Cappella di Sant’Uberto, capolavoro del barocco europeo – sala 54
11. Fare una sosta al bookshop Emporio della Reggia per portare con te un libro o un ricordo della visita a Venaria
12. Farti sedurre dalla prospettiva all’infinito che si coglie dal Giardino a Fiori e si perde all’orizzonte del Gran Paradiso – 2
13. Lasciarti inebriare dai profumi e dai colori del Giardino delle Rose mentre ti disseti all’ombra delle pergole – 16 – 3
14. Divertirti con gli animali fantastici del Fantacasino nel Boschetto dei giochi -15
15. Avventurarti lungo l’Allea Centrale costeggiando il canale fino al Tempio di Diana per scoprire una delle più sorprendenti visioni della Reggia -4 – 5
16. Camminare nel Potager Royal per apprezzare le geometrie, gli aromi e i colori degli orti e dei frutteti – 6 – 7 – 8 – 9
17. Riposarti al Patio dei Giardini, in un’atmosfera di quiete assaporando i piatti della tradizione piemontese – 2
18. Osservare il magico riflesso della Reggia nello specchio d’acqua della Peschiera -11
19. Gironzolare tra le installazioni contemporanee dell’artista Giuseppe Penone e i resti archeologici del Muraglione e delle Grotte – 12 – 13
20. Congedarti da Venaria ammirando lo spettacolo di acqua e musica della Fontana del Cervo nella Corte d’onore -1
Consiglio vivamente di vivere una giornata da Re.

Pubblicato in: Viaggi

Canale Monterano


A pochi chilometri da Roma esattamente a Canale Monterano sorge il meraviglioso parco Naturale di Monterano. Arrivati al paese si seguono le indicazioni del parco dove si lasci la macchina in un parcheggio e si prosegue a piedi. All’ingresso del parco un piccolo cancelletto di legno mobile per non fare uscire gli animali poi incontrati cavalli e mucche che pascolano allo stato brado nel parco. Pochi passi e ci troviamo di fronte all’acquedotto rimasto intatto ancor oggi dal ‘700. Seguiamo il sentiero ben battuto fino alle porte delle rovine della vecchia città di Monterano bombardata dalle cannonate delle truppe Francesi. La città sorge sopra una collina di tufo e domina tutta la zona ricca di vegetazione la giornata è nitida il paesaggio e meraviglioso. Proseguiamo il nostro percorso fino ai ruderi della chiesa di San Buonaventura al centro una meravigliosa fontana che simula quella originale che oggi è stata portata nel paese di Canale Monterano. Un cartello ci indica la direzione delle cascate c’è un pò di strada ma oggi la giornata merita si comincia a vedere il risveglio della primavera con i piccoli boccioli di bianco spino. Arriviamo alla piana dove si possono ammirare alcuni pozzi di acqua bulicante attraversiamo un ponticello di legno e saliamo fino alle piccole cascatelle immerse in un panorama naturalistico molto bello tra felci e rocce color rosso per la ricca ferruginosità di queste acque.

Pubblicato in: Viaggi

Torbole che vento


Diario di bordo lago di Garda.
15/08/2011
Partiamo con la nostra auto per raggiungere la località di Torbole uscita dell’autostrada a 22 Rovereto Sud.
Visto le temperature elevate preferiamo partire di notte per stare di buon mattino di ferragosto sul posto.
Dopo un viaggio lungo 7 ore decidiamo di fare colazione a Trento che ci accoglie con un acquazzone, all’uscita dell’autostrada troviamo un bar pasticceria il Marinaio che non consiglio vivamente molto caro.
Ci dirigiamo al centro di Trento con la speranza che smetta di piovere.
Il tempo è clemente parcheggiamo alla piazza del castello del Buon Consiglio e ci dirigiamo verso la cattedrale di San Vigilio situata in piazza del Duomo.
Riprendiamo l’autostrada per andare nel nostro Hotel Caravel.
Dopo aver effettuato il check-in ci visitiamo la località che ci ospita Torbole ai piedi delle pendici nord-occidentali del Monte Baldo, poco lontano dalle foci del Sarca,Località molto conosciuta per chi frequenta il Wind Surf.
Caratteristico il porticciolo e la casa del Dazio.
Ci facciamo una passeggiata a piedi lungo le rive del lago fino ad arrivare all’inizio di Riva del Garda, tempo di percorrenza a/r un ora.
16/08/2011
Giornata dedicata ad Andrea decidiamo di fare il serale al parco divertimenti Gardaland cosi passiamo la mattinata nella piscina dell’albergo e poi verso le 16 prendiamo la macchina e ci facciamo la strada lungo il lago fino a Peschiera per un gelato e poi dritti al parco.
17/08/2011
Mattino relax in piscina e pomeriggio visita a Limone del Garda dal nome dove si raccolgono veramente frutti di limone e poi Riva del Garda molto caratteristica la torre Apponale prospiciente il porto, I principali palazzo Pretorio che sotto la loggia ospita lapidi romane, medioevali e moderne; la Rocca, fortezza sul lago del XII secolo circondata da canale con ponte levatoio; sono tutte località molto carine curate sotto qualsiasi punto di vista sembrano tutte delle piccole Amalfi.
19/08/2011
Gita verso il parco naturale del Adamello e Brenta, da Torbole saliamo verso le montagne mentre attraversiamo tutti i paesi come Tenno dove il suo imponente castello domina tutto il Lago di garda il paesaggio cambia totalmente caratteristiche le pareti del brenta adornate dai giganteschi pini.
Appena arrivati a Pinzolo prendiamo il sentiero per le cascate di Nardis la valle si chiama Val Genova valle alpina parallela alla val Rendana.
Parcheggiamo al primo parcheggio 3 Euro e seguiamo il sentiero per le cascate circa 2 km dove il percorso ben segnato ci porta alla spettacolari cascate del Nardis difficili da descrivere spettacolari da vedere.

20/08/2011
Rientro a casa
https://picasaweb.google.com/s/c/bin/slideshow.swf