Diario di bordo Lussemburgo

Mentre ammiriamo i meravigliosi vigneti della Mosella percorriamo l’antica strada romana la Reims in meno di 60 KM siamo a Lussemburgo. La città si erge su uno sperone roccioso sulla valle dell’Alzette,una roccaforte con vari accessi attraverso dei sotterranei.
Seguiamo i cartelli per il centro attraversiamo la parte nuova la parte industriale e lo stadio individuiamo un parcheggio e ci dirigiamo all’ufficio informazioni per documentarci sulla città.
Iniziamo dalla Plae Clairefontaine venne restrutturata negli anni 80.I palazzi prospicenti la piazza ospitano le sedi del Governo. La statua bronzea della granduchessa regnò dal 1919 al 1964 e fù una delle personalità più illustre del XX secolo.La scritta “Mir Hun lech gaer”(ti vogliamo bene) incisa nella base della statua testimonia l’affetto del popolo per la sua Granduchessa.
La maggior parte delle case che contornano la piazza furono costruite nel XVIII secolo. L’edificio più antico chiamato”Um Bock” risale addirittura al XIII secolo.Sulla facciata si può leggere il motto lussemburghese “Mir wolle blewe wat mir sin” (Vogliamo restare ciò che siamo).
Continuiamo il nostro cammino fino alla parte bassa della città dove era abitata dai conciatori,calzolai. Da ogni punto di vista la citta è una cornice meravigliosa.

Foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: