Pubblicato in: travel, Viaggi

Diario di Bordo Udine e Palmanova


Dopo aver attraversato gran parte della Croazia facciamo il giro di boa chiudendo con la città di Udine.

arthotel è il nostro albergo dista pochi km dal centro della città.

Dopo una rapida consultazione su Google per individividuare un buon risrorante, la nostra scelta cade sulla trattoria alla tessitura

Perché ho scelto Udine?

È una delle città Italiane che non avevo mai visitato.

Città di librerie e osterie, dal nome misterioso e dai tanti volti, Udine è, per così dire, città di campagna, insieme popolare e raffinata, conviviale e colta.Capitale medievale Patria del Friuli, la sua storia più antica si confonde con la leggenda che vuole Attila artefice del colle del castello che ancora domina il centro storico. La visita culturale può iniziare proprio dai Musei del castello e proseguire poi nel centro cittadino.

Piazza della libertà

Piazza della libertà

Un suggestivo percorso tra i vicoli medioevali e pittoresche logge conduce a piazza matteotti.

Logge di Udine

Logge di Udine

La città è piena di giovani che popolano le osterie,quindi la mia curiosità nel visitare questa città è stata ampiamente appagata.

Udine

Udine

PALMANOVA LA STELLA PERFETTA

Palmanova, candidata a diventare un sito tutelato dall’UNESCO, città fortezza progettata e costruita dalla Serenissima Repubblica di Venezia per difendere i confini regionali dalle minacce straniere.

Capolavoro di architettura militare e modello di città ideale rinascimentale. Unica nel suo genere, ha la forma stella centrale a nove punte su cui convergono le 6 vie delineate da statue verso la piazza e difese dalle sue 6 porte.

Palmanova
Palmanova
Annunci
Pubblicato in: Viaggi

Museo di bordo


Tutti sappiamo quanto Gabriele d’Annunzio volesse apparire sempre, elegante, in forma. Per questo detestava “l’odiosa vecchiezza”, che anno dopo gli toglieva, insieme alla forza, grazia e bellezza.

l'odiosa vecchiezzal’odiosa vecchiezza

Al Vittoriale, rispettano sempre la sua legittima vanità, e semper cerchiamo di vederlo come sempre, visto e visto. Può sembrare dunque strano che ospitiamo qui, nella Nava Puglia,

Nava PugliaNava Puglia

la vita di Cesare Inzerillo che mostra il Vate – il Comandante, il Poeta ben oltre l’orribile vecchiezza, già nel disfacimento della morte. Ma è l’omaggio di un artista in un altro artista, in un altro caso: Inzerillo sembra avere letto quella lettera, inedita, di Gabriele a Luisa Bacara: “Non sono nella verità vecchiezza, ma sì nella putrefazione sepol crale. ” Nelle proprie sculture Inzerillo esplora la morte, vieni d Annunzo. Pha esplorata in molte delle sue opere. Ma per lui l’idea della morte non è sinonimo di infelicità o di dispersione. Ha più timore della malattia e della vecchiaia, quando le condizioni del corpo non sono più di vivere gli slanci della giovinezza. Nelle lettere all’ultima amante, la contes sa Evelina Scapinelli si capisce che la morte cominciava a sembrare un necessario rito di passaggio da quel brutto volto rugcso alla serenità del suo volto quando viene accolto in cielo da San Francesco, nel quadro di Cadorin posto sulla sua culla-bara nella Stanza del Lebbro una liberazione, quindi, colomba Gabriele andava a meditare sull’Oltre. E proprio in quel passaggio che coglie Inzerillo, senza acredinc né compérie, registrando l’ultimo disfacimento del corpo proprio come pasaggio indispensabile.

Aereo che sorvoló ViennaAereo che sorvoló Vienna
Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua eretto dal 1921, a Gardone Riviera sulle rive del lago di Garda da Gabriele d’Annunzio con l’aiuto dell’architetto Gian Carlo Maroni, a memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale.

Mas 96Mas 96
Il Vittoriale oggi è una fondazione aperta al pubblico e visitata ogni anno da circa 180.000 persone.
1° febbraio 1921 – D’Annunzio affitta per 600 lire mensili e per il termine di un anno la villa di Cargnacco (contrada di Gardone Riviera) appartenuta a Henry Thode, l’illustre studioso d’arte che in prime nozze aveva sposato Daniela Senta von Bülow, figlia di Cosima Liszt. La villa era stata sequestrata dal Governo italiano come risarcimento dei danni di guerra.

Vittoriale degli italiani Vittoriale degli italiani

Ama il tuo sogno se pur ti tormenta
Amalo come se fosse l’unico
amalo come se avesse l’anima
amalo e raccontagli di te
amalo e ricordalo in te
amane il suo passato
amane il suo presente
ora.

#saló
#saló

Pubblicato in: Viaggi

La Moda dei secoli XIX e XX.


#DOMENICALMUSEO MUSEI

Domenica al museo, dovremmo  averli visti quasi tutti quelli di Roma dal  decreto Franceschini che ci ha permesso di visitare i musei gratuitamente.

oggi 4 dicembre visitiamo la villa Ludovisi Museo artistico e storico atelier del costume e della  Moda dei secoli XIX e XX.

img_20161204_0955211
Museo Boncompagni Ludovisi per Arti Decorative

Il palazzo si trova in via Boncompagni  Ludovisi 19 casa della moda italiana che va dai primi anni del XX secolo, fino ai nostri  giorni nella collezione, abiti di Fausto Sarli, Fernanda Gattinoni, Valentino, Roberto Capucci, Raffaella Curiel, Lorenzo Riva,  RENATO BALESTRA , Mila Schön, Marella Ferrera, André Laug e Angelo Litrico.

Nel museo sono visibili mobili arazzi dipinti ceramiche dell’epoca.

Pubblicato in: Viaggi

Il Palazzo Senatorio 


Il Palazzo Senatorio oggi ultima Domenica del mese apre al pubblico i suoi spazi archeologici e le sue aule storiche.

campidoglio
Campidoglio

Attuale sede di rappresentanza di Roma Capitale. Sorge sulle rovine di due edifici di età romana. La nostra accoglienza inizia dalla sala del Carroccio 

sala carroccio
Carroccio

La sala prende il nome della magnifica iscrizione in versi in caratteri gotica realizzata in memoria dell’ invito ai romani.

Tempio di Veiove e Tabularium    

Si possono osservare dall’alto i resti del tempio di Veiove scoperti nel 1938-1940.al suo intero è stata rinvenuta la colossale statua marmore di culto della divinità.

Passiamo nell’anticamera del sindaco e poi nel salotto dell’orologio sala di rappresentanza, qui vengono accolti tutte le rappresentanza del mondo dove lasciano i loro commenti ne libro d’oro.

Orologio del sindaco
Orologio Del Sindaco

Al suo interno l’orologio notturno opera di artigiani romani della fine del Seicento. Un lume al suo interno rende visibile l’ora anche di notte.

Visitiamo la sala del sindaco e poi la sala dell’orario e sede delle riunioni  pregevole arazzo fiammingo della seconda metà del cinquecento.

Arriviamo all’aula Consigliere detta di Giulio Cesare.

Centro vitale del palazzo mantenendo inalterata la sua funziona di sala di riunione dei massimi rappresentanti dell’amministrazione cittadina. Qui si riunisce l’assemblea capitolina qui sono esposte tutte le 22 bandiera dei rioni di Roma.

Le state che si fronteggiano di fronte ad un meraviglioso mosaico sono di Giulio Cesare e di Novarca romano del I secolo.

Sala Giulio Cesare
Sala Giulio Cesare

Pubblicato in: Viaggi

Presepi Napoletani 


A Bracciano di Roma da 25 al 27 novembre la mostra dei più bei presepi originali di San Gregorio Armeno.

Le associazioni Asso. Del lago e corpo di Napoli presentano i presepi Napoletani esposti nelle vie caratteristiche del centro storico di Bracciano. L’esposizione dei presepi è all’interno delle vecchie botteghe artigianali.

Il paesaggio è arricchito dal mercatino di Natale

Pubblicato in: Viaggi

Per non trovarmi impreparato


La morte non va in vacanza

Quest’estate mentre facevamo la nostra passeggiata quotidiana, improvvisamente vediamo delle persone agitarsi vicino la riva.

Il nostro cammino si fa più veloce.  per  cercare di capire  cosa è successo.

Di fronte ai nostri occhi una persona sdraiata priva di sensi e una persona che provava a rianimare facendo il massaggio cardiaco mentre le sirene dell’ambulanza si avvicinavo. Ero fermo impaurito vedendo una corpo ormai privo di vita.

Poi sono venuti i soccorsi ma il suo cuore era fermo.

Manichino

Ho saputo il giorno seguente che la persona era deceduta, causa di infarto  mentre passeggiava in acqua a fianco alla sorella.

Oggi ho voluto partecipare in prima persona alla dimostrazione delle azienda Manovre Salvavita e sull’utilizzo del Defibrillatore  eseguite all’interno della mia azienda.

Voglio condividere il video degli operatori volontari e della meravigliosa spiegazione del Dr Langella.

Video 

 

Pubblicato in: Viaggi

Visita ai sotterranei del vittoriano rifugio antiaereo


Visita ai sotterranei del vittoriano rifugio antiaereo

Nel 1888 vengono rinvenuti dei reperti di epoca Traianea proprio dove ora sorge l’Altare della Patria.

Durante i bombardamenti della II Guerra Mondiale questi sotterranei furono usati dai Romani per sfuggire alle bombe lanciate dagli aerei nemici.

Sotterraneo Vittoriano

 

interno sotterraneo

Oggi questo sito puo’ essere visitato gratuitamente ogni  sabato e  domenica per un max di 10 persone ( previa prenotazione circa mezz’ora prima del tour) accompagnate da una guida che  accompagnerà il gruppo nei meandri dei sotterranei, dotando ognuno di una piccola torcia per meglio apprezzare i singoli dettagli del percorso.

 

Pubblicato in: Viaggi

Scalo marittimo di Roma


Il bacino a forma esagonale era l’area di attacco delle navi  costruito dagli imperatori Claudio e Traiano nel periodo del 42 d. C.
Era in grado di ospitare fino a 200 navi.

Questo luogo era un insenatura naturale di circa 3 km a nord dell’antica foce del Tevere.
L’area Archeologica del porto di Claudio e Traiano si estende con una serie di muri per protezione ai magazzini.
Iniziamo con la strada con le colonne costruite con la tecnica stile bagnato rustico.
Le colonne sono in travertino.
Ci troviamo a fare lo stesso percorso delle navi che andavamo verso il bacino esagonale.
Proseguendo sullo sterrato si intravedono i magazzini detti di Settimio Saverio.
Del complesso si conserva anche il secondo piano.

 

Pubblicato in: Viaggi

Fare il bagno al mare a novembre


Si può fare il bagno a novembre in Italia?

Certo che si,con le temperature come quelle di ieri e la giornata estiva perchè non approfittare per un tuffo fuori stagione.

Il nostro obbiettivo non era fare il bagno ma una passeggiata fuori porta da Roma.

Il  primo luogo è Terracina che dista 114 km da Roma un’ora e  mezza di macchina, prima tappa obbligatoria è la pasticceria ilvana food sas piazza della Repubblica 22

img_20161030_1001181
ilvana pasticceria

Seconda tappa il tempio di Giove Anxur  dove si gode di una vista veramente fantastica.

img_20161030_1052191
Vista dal tempio di Giove Anxur

Dopo la visita  al tempio scendiamo al centro della città di Terracina medioevale dove visitiamo il Duomo  cattedrale di San Cesareo 1074.

Visibili gli scavi dell’antico Foro Emiliano dove ai lati del foro sorgono edifici Romani.

img_20161030_1110431
Foro Emiliano

Riprendiamo la macchina 20 minuti 19 km per visitare il secondo luogo Sperlonga uno dei borghi piu’ belli d’Italia è una giornata fantastica sembra estate la gente si fa il bagno al mare il 30 ottobre 2016.

La città è un incanto è veramente una piccola capri viuzze scorci che aprono la finestra al mare azzurro del cielo che si mescola con il mare.

Ci prende la voglia anche a noi di fare il bagno ma ci rassegniamo e ci facciamo il nostro pic-nic di fronte a tanta meraviglia.img_20161030_1236181

Pubblicato in: Viaggi

Il mio open power con Enel


Lavoro e viaggio a volte sono un connubio sono  come un buon bicchiere di lambrusco con una bella tagliata di carne.img_20161020_144333_burst001_cover

Lambrusco Dell’Emilia

Lavoro in Enel da tre anni mi occupo di SEO search ottimizzazion Engine siamo stati ospiti da una delle  più grandi agenzie di Search Marcheting più grande d’Italia  Webranking per un corso SEO. La città dove si trova l’agenzia è  Correggio un piccolo centro della pianura padana  dove si può circolare tranquillamente in bicicletta anche al lavoro città natale di Ligabue .

img_20160921_140813-effects
Correggio

Per la pausa pranzo siamo andati  presso il  Ristorante Cognento potete vedere anche la recensione su TripAdvisor.

Diciamo che quando si va per lavoro  non si ha mai tempo per poter dire ho visto la città dove sono stato per lavoro.

Di solito sacrifico le prime ore del mattino per vedere la città che mi ha ospitato non volevo perdere questa opportunità alle 6:30 sveglia e pronti  per vedere Reggio Emilia.

Il nostro albergo Mercure era a due passi dal centro  come primo luogo incontro il teatro Municipale 

Teatro Municipale

Intitolato all’illustre attore Romolo Valli.

E venerdì mattina e c’è il mercato non ho piena visibilità della bellezza della piazza proseguo per il Duomo la luce dell’alba e ancora poca ma la bellezza della facciata  è di una rilevante bellezza.

Duomo

Sono contento che la nostra azienda Enel stia puntano sulla nuova era digitale aprendosi OpenPower come testimoniania Mirko Pallera nel loro blog nijamarcketing. Ninja la top 10 sui blog Marketing  e Comunicazione.

La  città Reggio Emilia è raggiungibile attraverso Stazione AV Mediopadana  caratteristica per la sua architettura moderna creazione ingegnere ed architetto spagnolo Santiago Calatrava

img_20160921_173747
Stazione Reggio Emilia AV

https://www.instagram.com/diariodibordo/