Diario di viaggio Brugge

Direzione Brugge , leggiamo nell’opuscolo che nel nostro percorso vale la pena di vedere le rovine dell’abbazia De Van Villers patrimonio della Wallona.

Percorriamo la ss411 all’uscita 9 direzione Nuvells lungo la strada incontriamo una trattoria italiana la pergola approfittiamo per mangiare un po di pasta la cucina è buona sono una famiglia di baresi il caffè purtroppo pensavamo di poter prendere un espresso all’italiana e invece niente.
Proseguiamo per Anversa il tempo non è dei migliori ci permette di fare una visita lampo al centro storico,volevo approfittare per comprare un diamante alla mia compagna visto che è la città dei diamanti ma il tempo brutto siamo di nuovo in macchina direzione Brugge.

Brugge_16.jpg
Piazza di Brugge

Strada facendo incontriamo michelin da lontano si scorge una torre immensa tanto che devio il percorso per la curiosità.
Andrea dorme approfitto da solo per fare qualche foto piccolo borgo .
Molto carino peccato che Rita non abbia potuto ammirare .
Proseguo per brugge sono le 18:00 penso che con un ora c’e la dovrei fare.
I cartelli dicono 10 km ormai ci siamo siamo curiosi ci hanno parlato tutti di questa città.le casette che circondano la strada sembrano finte così curate.
Finalmente vediamo il cartello Brugge ora dobbiamo cercare l’albergo seguiamo le indicazione della stazione vediamo la scritta del nostro hotel ma è dalla parte opposta della strada parcheggiamo in un grosso parcheggio della stazione andiamo ad informarci per l’hotel ha un suo parcheggio.
Arriviamo in hotel Albert 1 un piccolo hotel ma confortevole facciamo il chek-in e io vado a prendere le valige perché il parcheggio non c’é.
Il tempo di scaricare le valige usciamo presi dalla curiosità,il tempo si è aperto ma fà un freddo cane,vicino al nostro hotel c’é un mercato dove acquistiamo due ottime giacche a vento.
Ci siamo la città si apre con delle casette con il tetto a forma di scaletta carinissime la strada che percorriamo ci porta alla piazza principale e di fronte a noi confermiamo quello che ci avevano detto,la piazza è meravigliosa per me è la più bella piazza che abbia visto bellissima rimaniamo mezzora fermi ad ammirare l’architettura
La stanchezza incominci a sentirci così torniamo in Hotel per recuperare un po’.
07/07/05
Appena alzati ci dirigiamo alle finestre per vedere il tempo,ma la sorpresa non è delle migliori “piove” aspettiamo un po’ sulla hall dell’albergo passata un’oretta smette di piovere decidiamo di noleggiare le bici visto che la città si può girare liberamente essendo piccola.
Noleggiamo due bici con seggiolino a sole 10 euro tutto il giorno mappa alla mano e incominciamo a vedere questa splendida città.
Iniziamo con il HET Begijnhof un incantevole paesaggio di verde e tranquillità una piccola comunità di suore Benedettine che vestono da Beghine patrimonio dell’UNESCO.
Proseguiamo in una via Walplaats dove si possono ammirare le merlettaie che ricamano. E’ delizioso passeggiare lungo il Dijver,ove le case e gli alberi si riflettono nell’acqua. La Gronerei è circondata da case e da alberi che degradano verso i canali vi si possono ammirare le guglie della Torre Campanaria della chiesa di Nostra Signora e della Cattedrale di San Salvatore.
Ci fermiamo per uno spuntino in un piccolo parco per poi continuare per vedere i mulini a vento.
Dopo 5 ore di pedalate ci dirigiamo in albergo per una pausa.
Riportiamo le bici e decidiamo di concludere la nostra magica esperienza assaggiando in un locale le famose cozze (Mosselen ) fatte bollire in una grossa pentola e servite con la stessa pentola da dove sono state bollite devo dire Ottime.

Annunci