Lucus Feroniae e Villa Livia

#domenicalmueseo

04/02/2018

Domenica nella Villa Livia e nel sito archeologico Lucus Feroniae.

Marco vignaroli villa Livia
Parco

A pochi passi da Roma davanti al colle aniene sopra la collina di Prima Porta troviamo la villa della moglie dell’imperatore Augusto Livia

“Un’aquila lasciò cadere dall’alto in grembo una gallina di straordinario candore e teneva nel becco un ramo d’alloro con le sue bacche’. Gli aurispici ingiunsero ad allevare il volatile e la sua prole di piantare il ramo e custodirlo rigorosamente.

La collina venne chiamata af Gallinas e ne nacque prodigiosamente un boschetto.

In seguito Cesare nei suoi trionfi tenne in mano un ramo e portò in capo una corona presi da quel bosco.

La villa fu riconosciuta nei primi dell’Ottocento da Antonio Nibby.

A meno di 20 km vale la pena andare a vedere la zona archeologica di Lucus Feroniae.

Si trova nelle immediate vicinanze dell’uscita dell’autostrada A1 di Fiano Romano.

Si tratta dell’antica colonia Iulia Felix Locus Feroniae, dalle antiche origini pre romane, in cui successivamente si insediarono i veterani di Augusto. Era in origine il bosco sacro alla dea Feronia, protettrice delle liberte, le schiave rese libere dalle matrone.
Vi si incontravano per onorare la Dea Etruschi, Latini, Sabini.
E’ un sito molto ben conservato, I mosaici dei pavimenti sorprendono per quanto sono perfetti ed eleganti.

Molto bello e ottimamente allestito il museo (antiquarium), con reperti di assoluto valore.

Molti marmi sono rimasti in loco ed anche alcuni mosaici,conservati in perfette condizioni.

Il museo e tenuto molto bene c’è un parcheggio interno gratuoto.e diponibile anche un prcorso per disabili.

Annunci