Diario di bordo Romantische Straße

La Strada Romantica

Luglio 2006

Senza volerlo la nostra vacanza si svolge nella terra dei Mondiali 206 in  Germania.

Partiamo il 2 luglio da Roma Fco con la compagnia Dba direzione Monaco.

Arrivati a Monaco in perfetto orario noleggiamo una macchina , viaggeremo su una piccola  Fiat Panda azzurra il colore della nostra Nazionale. Iniziamo il nostro viaggio lungo la famosa Romantische strabe avendo come primo obiettivo il raggiungimento di una località Swanghau da dove poter ammirare il fantastico Castello di Neuschwanstein.

Castello di Neuschwanstein.

Dopo aver percorso diversi chilometri attraverso le Alpi bavaresi arriviamo al nostro albergo Romantic Pension  una graziosissima casa-pensione con vista eccezionale sul Castello.

La fame si fa sentire e quindi decidiamo di andare a mangiare al ristorante, fortunatamente ne troviamo uno vicino e pure italiano:il San Marco.

03/07

Andrea è talmente emozionato all’idea di visitare il Castello che ci sveglia all’alba,ed uscendo sul balcone della camera ci si presenta una scena surreale, il castello è scomparso dietro una fitta nebbia che solo dopo un po’ di tempo si dirada e ci consente di ammirare questa meraviglia.

Ci dirigiamo alla biglietteria(ticket center) che dista dalla pensione solo  un km per fare i biglietti che ci consentono di visitare i due Castelli ( infatti a pochissima distanza si erge anche quello di Hohenschwangau), che sara’ il primo che vedremo dopo aver fatto una piccola passeggiata.

Essendo arrivati per primi la guida che ci chiama per il nostro turno ci fara’ vedere il Castello praticamente da soli,questa cosa rimarra’ piacevolmente impressa nella memoria di Andrea.

La visita dura 30 minuti ma non vediamo l’ora di vedere l’altro.

Questa volta non ci facciamo mancare niente e decidiamo di raggiungere il castello con una carrozza trainata da due  cavalli al costo di 5 euro solo andata, mentre Andrea paga la meta’.

Dopo aver atteso circa mezz’ora possiamo entrare nelle stanze.

Il giro dura 45 minuti le sale sono meravigliose  infatti il principe Ludwig II  amava circondarsi di sfarzo e lusso estremo notabile in tutti i particolari del castello.

Dopo la visita andiamo a vedere il ponte Maria con uno strapiombo di circa 90 metri da dove il principe amava ammirare in piena notte la bellezza del suo edificio illuminato.

E’ ora di pranzo e decidiamo di andare a Fussen, paese li’ vicino.

Fussen è un’altra pagina di questo fantastico viaggio, sembra una città finta uscita da  un cartone animato ricca di colori e di fiori, e dopo un breve spuntino al Nordsee  ed un caffè in un bar italiano decidiamo di andare a visitare un altro castello di Ludwing II.

Linderhof , dista da Fussen una 50km circa,seguiamo le indicazioni dateci dall’ufficio informazioni direzione Reutte attraversiamo per un breve tratto l’Austria dove approfittiamo del prezzo piu’ basso del carburante per fare benzina.

Passiamo attraverso le alpi il paesaggio naturalistico incontaminato è meraviglioso tra laghi montagne e boschi ci troviamo al castello di Linderhof.

Entriamo nel castello seguendo una guida che ci accompagna nelle lussuosissime stanze arricchite di ogni tipo di pietre preziose ed avorio.

Si era fatto costruire una grotta artificiale  con tanto di stallatiti e al suo interno un laghetto con una barca a forma di conchiglia dove alcuni meccanismi simulavano le onde.

Dopo la visita al castello torniamo al nostro albergo facendo un’altra strada ammirando qua e là paesini che ricordano la storia della principessa Sissi.

Poco prima di arrivare incontriamo il cartello per Steingaden famoso per il santuario del Salvatore flagellato nel prato.

04/07

Partiamo dalla nostra pensione per la prossima tappa circa 140Km dove abbiamo riservato un albergo a Donauworth.

I paesi che incontriamo e ci fermiamo per fare qualche foto sono:

Landesberg am Lech città graziosissima situata alle rive del fiume Lech dove troviamo la Piazza del Mercato dominata dalle torre Schmalzturm.

Poi e la volta di Augusburg fondata dall’imperatore romano Augusto più di 2000 anni fa.

E’ la città più vecchia della Germania visitiamo il centro storico con la stupenda Maximilianstrasse e le sue facciate in stile barocco.

E’ quasi ora di pranzo decidiamo di fare tutta una tirata fino a Donauworth.

Arrivati al nostro albergo il 3 kronen  lasciamo le valige e ci dirigiamo al centro per fare uno spuntino.

Ci rilassiamo un po’ il posto ‘e carino poi questa sera c’è il grande incontro Germania-Italia si respira già l’aria di festa speriamo bene per noi.

Consultiamo la mappa e visto che sono le 17:00 andiamo a vedere i paesi nelle vicinanze,Harburg e Nordlingen im Ries.

Dopo 13 Km arriviamo al primo paese dove il castello possente sovrasta tutta la città di Hauburg di proprietà dei principi Oettingen Wallersteiner,visita al Castello e via per Nordlingen im Ries distante 18 Km.

Si narra che il paese è nato all’interno di un cratere di una meteorite,infatti la città è l’unica della Germania con cinta muraria.

Torniamo in albergo per la cena è ora del grande mach io scendo in piazza per vedere la situazione ma la piazza ‘e tutta tedesca decido di vedere la partita in albergo dopo i tempi supplementari arriva la grande vittoria dell’italia per 2 a 0, la gioia e tanta ma non è il caso di andare fuori a sventolare la bandiera anche se devo dire i tedeschi mi sono sembrati molto corretti.

04/07

Partiamo direzione Rothenburg o.d.t sono circa 130km incontriamo la città dei Wallerstein i proprietari di diversi castelli dove si sono intitolati anche un paese,il centro della città viene dominato dalla famosa Colonna della Peste e il loro castello immerso parco gode di una splendida vista.

Nelle vicinanze c’è un altro castello sempre della stessa famiglia Schloss Baldern.

Arriviamo a Rothenburg o.d.t verso le 13 ci dirigiamo direzione centro ma appena passata la prima porta c’è un ristorante italiano Adria dove ci fermiamo per pranzo e il proprietario ci segnala la strade del nostro albergo che non è distante da dove ci troviamo.

Arriviamo al nostro hotel Bosthof Belzold http://www.belzod.rothenburg.de una piccola pensione molto carina gestita sempre al livello familiare,il tempo di riposarci e via per la città.

Facciamo il giro della città con una carrozza il giro è breve ma vale la pena farlo, il paese viene chiamato il Paese di natale perché ospita veramente la casa di Babbo Natale Kathe Wohlfahrt è meraviglioso da capo giro altro che Gardaland.

La cosa fantastica che ci lasciamo per ultimo e il giro del paese sopra la passerella dove ancora oggi la sera una sentinella veglia sulla città.

Annunci