Pubblicato in: travel, Viaggi

Diario di Bordo Udine e Palmanova


Dopo aver attraversato gran parte della Croazia facciamo il giro di boa chiudendo con la città di Udine.

arthotel è il nostro albergo dista pochi km dal centro della città.

Dopo una rapida consultazione su Google per individividuare un buon risrorante, la nostra scelta cade sulla trattoria alla tessitura

Perché ho scelto Udine?

È una delle città Italiane che non avevo mai visitato.

Città di librerie e osterie, dal nome misterioso e dai tanti volti, Udine è, per così dire, città di campagna, insieme popolare e raffinata, conviviale e colta.Capitale medievale Patria del Friuli, la sua storia più antica si confonde con la leggenda che vuole Attila artefice del colle del castello che ancora domina il centro storico. La visita culturale può iniziare proprio dai Musei del castello e proseguire poi nel centro cittadino.

Piazza della libertà

Piazza della libertà

Un suggestivo percorso tra i vicoli medioevali e pittoresche logge conduce a piazza matteotti.

Logge di Udine

Logge di Udine

La città è piena di giovani che popolano le osterie,quindi la mia curiosità nel visitare questa città è stata ampiamente appagata.

Udine

Udine

PALMANOVA LA STELLA PERFETTA

Palmanova, candidata a diventare un sito tutelato dall’UNESCO, città fortezza progettata e costruita dalla Serenissima Repubblica di Venezia per difendere i confini regionali dalle minacce straniere.

Capolavoro di architettura militare e modello di città ideale rinascimentale. Unica nel suo genere, ha la forma stella centrale a nove punte su cui convergono le 6 vie delineate da statue verso la piazza e difese dalle sue 6 porte.

Palmanova
Palmanova
Annunci
Pubblicato in: travel

Diario di Bordo Pola Rovigno fino a Capodistria


Da sibanico ci dirigiamo verso Pola passando nell’entroterra Croato che è bello come la costa. Ci sino dei punti che sembra di stare in California paesaggi tra fireste e montagbe con la stessa struttura di quando siamo andati alla Dead Walley dopo aver macinato ben 400 km al nostro arrivo ci tuffiamo diettamente in mare a Verudela beach dove l’acqua é cosi cristallina che non serve la maschera i fondali meravigliosi si vedono anche ad occhi nudi.

Verudela beach

Verudela beach

Dopo aver passato alcune ore a fare i tuffi ci dirigiamo nel nostro apartament Monet molto grazioso situato poco fuori il centro.

Da vedere a Pola sono

L'arco dei Sergi

L’arco dei SergiL’arco venne eretto a “proprie spese” da Salvia Postuma (il riferimento alla committente si trova nell’iscrizione dedicatoria, con la specifica de sua pecunia), per commemorare il marito Lucio Sergio Lepido, tribuno della legione XXIX, che aveva partecipato alla battaglia di Azio ed era stata in seguito soppressa nel 27 a.C., e insieme a lui il padre, omonimo, e il fratello Gaio.

L’altra attrazione archeologica è l’anfiteatro Romano.

E’ l’unico anfiteatro romano a tre ordini, in tutto il mondo antico, che abbia conservato integro il suo mantello esterno; infatti né il Colosseo né l’Arena di Verona sono ancora in possesso del loro perimetro esterno. E’ anche l’unico che abbia quattro torri scalarie, sporgenti da essa al centro di ogni quadrante. Atmosfera molto suggestiva di sera e bellissimo lo sfondo creato dal mare

Da non parere consiglio vivamente

Rovigno

Rovigno
Rovigno

Bellissima cittadina con un centro storico molto caratteristico. Da una parte del promontorio ci sono degli scogli accessibili con percorsi e scalette da cui è possibile tuffarsi nel mare blu del’Istria.
Bellissima la chiesa sul promontorio di Rovigno, da dove si gode anche di uno stupendo panorama.

L’altro gioiello da non perdere è Parenzo non distante da Rovigno.

Parenzo
Parenzo

Conosciuta per la sua frequentazione di delfini al mattino presto e la sera sul tardi quando ci sono poche barche in mare un piccolo gioiello dell’Istria da visitare la Basilica bizantina.

Ultima tappa Capodistria ma non abbiamo speso molto tempo perché non ha particolari cose da vedere a parte la piazza di Tito.

Pubblicato in: travel

Route des Vignaroli


Diario di bordo route des Vignaroli 16/06/2016  week end lungo a Europa Park  arriviamo con la nostra compagnia di fiducia Easyjet.
Appena atterrati prendiamo un gigantesca Citroën 7 posti.
Prima tappa del tour Eguisheim paesino incantevole penso il paese più bello della strada dei  Vini

La strada dei Vini Francia
La strada dei vini

Questo villaggio sulla Strada dei Vini tra i più belli di tutta la Francia. Presenta in torno L castello case tutte dispone a cerchio.

Passeggiare sulle stradine lastricate ricche di belle case antiche a graticcio, con finestre e balconi di legno

abbelliti dai gerani, è molto piacevole. La piazza centrale è anch’essa splendida, con la sua fontana, il castello dei conti

Eguisheim
Eguisheim

e la cappella colorata di San Leone IX. Nei dintorni di Eguisheim, la strada dei cinque castelli consente di partire alla scoperta dei torrioni d’Eguisheim, del castello di Hohlandsbourg e dei torrioni di Pflixbourg.

Nel mese di agosto, il villaggio si anima in occasione delle feste della cicogna e dei Vignaroli.

colmar
Colmar

Poi proseguiamo per Strasburgo dove abbiamo il nostro hotel Atena Spa poco fuori dal centro città.

Un bel bagno in piscina e completiamo la giornata a McDonald’s al centro di Strasburgo.

17/06/2016 visita a Rosheim piccolo borgo dove ancora  oggi testimonianza Alsaziana era ricca di Monasteri dal 15 ottobre 1862  il monastero di San Nicola ospita ancora 12 suore.

Rosheim
Roshemin

Proseguiamo per Obernai delizioso paesino Alsazia o che abbiamo ammirato con il trenino turistico. Il paese è  circondato da magnifici vigneti che producono in prevalenza  il Pinot grigio e quello bianco.  Caratteristiche sono anche le case costruite con i balconi esterni ricoperti in modo  da avere le case più  grandi.  Sulla piazza centrale si può  ammirare il famoso  Hotel de la ville,  municipio  della città.

E quasi ora della partita  di calcio Itallia-Svezia quindi ci dirigiamo al paese Riquewihr che ospita la botte più antica del mondo ma questa non siamo riusciti trovarla ma siamo riusciti a vedere il successo dell’Italia con la vittoria di 1-0

Il paesino come tutti quelli che si incontrano sono dei veri gioielli.

Degustazione del Geutztraminer

Geutztraminer
Vino

Geutztraminer

18/06/2016 giornata Peter Pan a Europapark.

Il tempo ci assiste quindi alle 09:00 all’apertura siamo in prima fila alle casse automatiche  per comprare i biglietti per il parco.

Iniziamo con la visita completa  del parco con il trenino express poi iniziamo con i giochi veri

Subito un bel tuffo nelle cascate  del gioco di Poseidon dove una barca  a  tutta velocità si infila dentro l’acqua.

 

Il gioco più carino è Woodan le montagne russe spettacolari.

Per i più grandi da non perdere Silver star dove si raggiunge il posto più alto 80 metri  a 130 orari

Pubblicato in: travel, Viaggi

Estote Parati 


24/08/2016 Spinetoli

Un versetto del Vangelo cita Estote Parati siete pronti al ladro della notte che porta via la vita.
La differenza tra L’Aquila e Amatrice è di 4 minuti sicuramente è una casualità.
Sono le 3,30 circa con tanto di pasticca per dormire il letto sembra avere le ruote.

Un enorme rumore tipo ruspa che entra dentrocasa mi sveglia istintivamente sobbalzo dal letto e grido fuori tutti fuori, non trovavo neanche la luce. 

Come fulmini scendiamo le scale anche se è sbagliato ma siamo fuori della casa dei miei suoceri che ha circa 100 anni che si trova a Spinetoli una frazione di Ascoli Piceno  10 cose da fare ad Ascoli

Non abbiamo nessuna percezione di quelloche sta accadendo il nostro rifugio è  la macchina,ad un certo punto intorno alle 4,00 dico ad Andrea di fermarsi con le gambe che scuote la macchina ma lui mi dice papà io sto fermo, capiamo che è una nuova scossa. 

Passiano le ore e sui network arrivano le prime notizie del terremoto ma non si capisce quale sia il suo epicentro. 

Da uno scambio di messaggi su WhatsApp si comincia a vedere la tragedia

Tutto il giorno si susseguono scosse i telegiornali trasmettono le immagini di quello che resta di quei presepi che vedevamo ogni fine settimana quando salivano sulla Salaria per raggiungere la località di villeggiatura. Qualche ora prima passeggiano e postato alcune foto su Instagram sulla bellezza della natura

https://www.instagram.com/p/BJdzDQpA8tO/

La natura che poi fa tremare la terra.

Un messaggio di augurio alle persone che in questo momento hanno perso quello di più caro e a tutte le persone che stanno lavorando per dare vita a quello che resta.

Pubblicato in: travel, Viaggi

Visita ai giardini del Quirinale


La presentazione filmata all’inizio della guida ai giardini del Quirinale recitava di un passaggio al passato in effetti la visita di oggi è  stata un vero e proprio passaggio in quello che è stata la residenza delle persone più importanti della nostra storia.IMG_20160424_123202

La visita al Quirinale era stata pianificata da tempo visto il numero limitato di visite per questioni
di sicurezza  il prezzo della visita e di 10 euro per la durata di 2,30 della visita.
La visita inizia con la Cappella Paladina. Completata da Urbano VIII Barberi  1623_1644.
Oggi concerto in pianoforte seguito da radio Rai.
Visitiamo lo studio de presidente dove fa il discorso di fine Anno Studio alla Verata
Percorriamo la loggia d’onore dove il Capo di Stato presenta la formazione del suo Governo.
Poi passiamo il salone delle feste  fino ad arrivare nelle cucine dove sono custodite le ceramiche di tutto il mondo.
Dopo aver visto tutto il vettovagliamento reale giungiamo alle giardini.
La sua superficie si sviluppa su quattro ettari immersa da piante secolari non ci viene fatto vedere tutto ma solo una parte.
Dopo i giardini Visitiamo le antiche scuderie papali che ora sono diventate per opera di Vittorio Emanuele II le scuderia reali.
Dopo e troviamo le berline del granduca Ferdinando III  e a fine ire il gabinetto storico e la galleria dei finimenti.
Pubblicato in: travel, Viaggi

Lavande e Vigneti


25/09/2014
Diario di bordo del tour della Provenza destinazione Montpellier.
Partenza da Roma di buon mattino e dopo un’ora di volo ci troviamo immersi nelle terre della Camargue dove ci accolgono estese zone paludose,popolate dai meravigliosi cavalli bianchi e dai tori,animali caratteristici di queste parti.
Prima tappa visita al paesino fortificato Aigues Mortes piccolo gioiello medievale racchiuso nelle sue mura di cinta.
Molto suggestiva la torre di Constance.
A seguire visitiamo Saients Maries de la mer e Arles.
Il primo villaggio sembra un dipinto meta turistica dei Francesi da vedere la chiesa di Santa Maria da dove si gode un ottimo panorama su tutta la Camarge.
Seconda tappa della giornata Arles città fondata dai Romani sul fiume Rodano e nota anche per essere stata la residenza di Van Gogh. Assolutamente da non perdere Les Arenes splendito esempio di anfiteatro Romano, il teatro Antico le terme di Costantino.
A pochi chilometri da Arles si erge l’abbazia di Montmajour.


26/09/2014
Itinerario nella Sede Papale di Avignone.
Posti che abbiamo visitato:
Palazzo dei papi é il più grande palazzo gotico d’ Europa residenza dei sovrani Pontefici nel 300. Cattedrale il giardino dei Doms ponte Saint-Benezet risalente al 1200.
Piazza dell’orologio é il cuore della città.
Di fronte alla città altra meta consigliata é villenueve de Avignon.

Avignon
Avignon

27/09/2014
Partiamo da Avignone direzione Isle sur la sorgue dista 28 km.
Denominata la Venezia del Rodano questo villaggio ti incanta per i suoi canali e le ruote dei mulini. E un isola circondata da rigagnoli d’acqua dove si affacciano deliziosi bistro qui ruotano solo i mulini il tempo si è fermato.
Poco distante 6 km un’altro delizioso villaggio Fontaine de vaucluse dove il castello eveques di cavaillon domina il paese da non perdere la fabbrica della carta.
Proseguiamo in un itinerario suggestivo fino ad arrivare nei meravigliosi vitigni che ispirarono il regista R.Scott nel film Ottima annata con Russell Crowe la caratteristica principale sono le villette tutte costruite i pietra rosa bellissimo é il borgo do Gordes.
Dopo i vitigni attraversiamo le distese di lavagna che ora non sono in fiore ma si mescolano con il rosso forte della terra caratteristico é il sentiero dell’Ocre a Roussillon.
Dopo abbiamo proseguito per Saint Remy de Provence dove c’e la casa di Nostradamus.
Sempre con un paesaggio naturale meraviglioso arriviamo al caratteristico Les baux de provence dove é situato il famoso castello omonimo sopra uno scoglio di roccia.
Fine della nostra tappa il castello di Tarascon considerato la sentinella dell”impero di Carlo Magno.
Il castello é al tempo sesso una fortezza ed un palazzo rinascimentale.
DSCN1230
28/09/2014
Montpellier,lasciamo l’auto all’aeroporto per andare al centro prendiamo il bus navetta che a soli 2 euro e in 15 minuti porta alla Place de Europe .
Attraversiamo tutta la parte nuova della città Antigone passato il centro commerciale Le Polygone ci troviamo alla piazza de la Comédie dove di fronte si può ammirare il palazzo dell’opera 1888.
Prendiamo la Rue de la loge che ci porta dritto al Palazzo della Giustizia 1853.
a pochi metri su Rue Foch L’arco di Trionfo in onore di Luigi XIV.
Passato l’arco attraversiamo il parco Royale du Peyrou con la statua equestre di Luigi XIV e L’acquedotto di Saint Clement dove l”ingegnere Henri Pilot si ispiro a pont de gard.
Proseguiamo per l” università di medicina piû antica del mondo attaccata la cattedrale di Saint Pierre 1536.
Riprendiamo la strada del ritorno dove incontriamo il museo delle belle arti piú prestigioso d’europa.
DSCN1298

Pubblicato in: travel, Viaggi

Viaggio a Montecassino


09/03/2014
Viaggio alla scoperta della Abbazia di Montecassino.
Da Roma Km 145 Autostrada A1 spese 7.80 uscita Cassino.
Sopra la collina di Cassino sorge uno dei piú belli monasteri d’Italia Monastero di Montecassino eretto da San Benedetto da Norcia.

Abbazia Montecassino

Questo meraviglioso monastero ora completamente ristrutturato dopo essere stato distrutto durante i bombardamenti alleati del 1944 teatro prima battaglia di Montecassino.
Visitiamo il museo dell’abbazia prezzo 5.00 euro.
All”interno troviamo custoditi manoscritti vasi etruschi e alcune tele del Cavalier d’Arpino.
Troviamo anche la sala del tesoro esposti calici d’argento.
Nelle vicinanze vale la pena andare a visitare il cimitero Polacco.

Cimitero Polacco

Pubblicato in: travel

Diario di mio nonno


Dedicato al quel ragazzo del 1899 Cav.Vittorio Veneto Gaetano Novelli

Ciao Nonno come stai?

Ti ricordi quando mi raccontavi le tue storie della tua infanzia?

12/06/2013
Oggi ho visitato il museo della Grande Guerra sito  Enel nella Diga di Fedaia.
A te ragazzo del 1899 che durante la Prima guerra mondiale avevi appena 18 anni che l’amata patria ti chiamava per combattere senza un briciolo di esperienza per dare a me e agli altri un futuro.

Mi ricordo ogni piccolo dettaglio del tuo diario quando eri nelle trincee.

Vedere qui manichini all’interno del museo mi ha fatto rivivere una strana sensazione.

Come se per un attimo ho immaginato te dentro quella divisa quell’istante di tanti anni fa da solo senza nessun mezzo di comunicazione nessun mezzo se non la carta e la penna potessero farci sapere come stavi.

museo della grande guerra fedaia gaetano novelli
museo della grande guerra Fedaia

Rimane sempre vivo in me, il tuo orgoglio, il tuo spirito,il tuo coraggio nel respingere il nemico che avanzava per varcare il confine dell’Italia.

Mi ricordo quando mi raccontassi della tua cattura e di come miracolosamente ne sei uscito fuori.

Quanti sacrifici inutili quante vite umane perse per cosa?

Gaetano Novelli Cav. Vittorio Veneto

I ragazzi di oggi a 17 anni fanno una guerra a chi ha lo smartphone piu’ evoluto.

Ma sono altri tempi.

 

 

diga di fedaia
diga di fedaia

Esco da questi ricordi e ammiro questi meravigliosi paesaggi con la speranza che questa testimonianza a qualcuno ancora possa servire.

Grazie Nonno della bella giornata.