Pubblicato in: Uncategorized

Riserva Regionale Zompo Lo Schioppo


Pausa pranzo un panino acquistato all’unico alimentari aperto nella zona della Riserva Regionale Zompo Lo Schioppo e via si mangia strada facendo,non si può perdere questo meraviglioso spettacolo.

QQuesto posto è un incanto della natura. Si lascia l’auto al parcheggio e si cammina dolcemente in un bosco di betulle con un’ombra rilassante. Si arriva al rifugio dove ci sono acqua, letti e tavoli da prenotare per tempo con diritto all’uso del barbecue. Poi si prosegue per un sentiero fino al ruscello della cascata di Zompo lo Schioppo. Una meraviglia. Ci vuole un’oretta andando piano piano, consigliate scarpa da trekking.

 ruscello della cascata di Zompo

ruscello della cascata di Zompo

All’interno della riserva potrete trovare vari servizi, un campeggio chiuso questo periodo un rifugio attrezzato dove potrete trascorrere più giorni immersi nella natura e lontano dal caos cittadino, ristoranti e un agriturismo. Merita una visita l’eremo di cauto che si raggiunge tramite un sentiero escursionistico di media difficoltà con un dislivello di circa 500 metri se si parte da parcheggio di”piano sacramento”.Zampo lo SchioppoZampo lo Schioppo

Annunci
Pubblicato in: Uncategorized

La guida di viaggio verde “Green Book”


Sapevate che esisteva una guida di viaggio chiamata Green Book?

Io l’ho scoperta oggi dopo la visone del film Green Book
diretto da Peter Farrelly.

Il film racconta l’amicizia tra un buttafuori Italoamericano che viene ingaggiato come autista ad un pianista afroamericano  Don Shirley .

protagonisti Viggo Mortensen Tony Lip autista e Mahershala Ali  Don Shirley utilizza The Negro Motorist Green Book 

Sapete cos’è la Green Book?

nel perido della discriminazione razziale viaggiare negli Stati Uniti era un grosso problema per le persone Afro-Americane.

Victor Hugo Verde scrisse una guida di viaggio
permettendo ai viaggiatori Afro-Americani di trovare alloggi, attività commerciali e stazioni di servizio che li avrebbero serviti lungo la strada.

Il film è sorprendente ed è fatto proprio con amore. Solleva tematiche politiche e sociali, quali la potenza della cultura, la solitudine dei geni, la solidarietà tra anime ed esseri umani anche con formazioni, background, colori e culture diverse, l’integrazione sociale e la dismississione di un inutie e sterile razzismo

Pubblicato in: Blog

Viaggio in Giappone


Quale città vedere in Giappone?

Osaka

Tokio.

Voli per il Giappone

Scelta la data e destinazione consiglio utilizzare la ricerca dei voli e prezzi con Google

Vi permette di visulaizzare compagnie e cisti, mantenendovi in cintinuo aggiornamento per quanto riguarda le tariffe.

Che periodo andare?

La primavera è il periodo più bello sotto l’aspetto climatico e della fioritura “Sakura

Osaka

Osaka

Anche la stagione invernale a il suo fascino in inverno Tokyo a Natale si riempe di luci.

Tokyo

Tokyo

Quale hotel scegliere in Giappone?

Prendete spunto dalle recensioni di Google Maps e Tripadvisor.

Io ho scelto entrambi per comodità logistiche.

Ad Osaka ho scelto Hotel Elserine si trova a pochi metri dalla stazione.

A Tokyo ho sceltoThoshi Center hotel

Che è poco distante dalla zona centrale ma ben servito.

Cosa mangiare in Giappone?

In Giappone si puo mangiare a tuttr le ore e per tutti i palati cucine internazionali.

La cosa bella che ogni cibo è esposto fuori da ogni ristorante.

Può scegliere quello che vuoi mangiare basta indicare il piatto di plastica rappresentativo.

Piatti di plastica con cibo esposti

Piatti di plastica con cibo esposti

Come muoversi in Giappone?

I trasporti in Giappone sono cari le metropolitane di entrambi le città collegano dagli aeroporti al centro città io ho utilizzato sempre Google Maps che mi da anche la fascia di spesa a secondo dei mezzi e tempo che uno vuole utilizzare.

Ad ogni fermata della metro si può ascoltare una melodia diversa.

Metro Tokyo

Metro Tokyo

Olimpiadi Giappone 2020

Tokio si sta preparando per le olimpiadi già visibili tutti i nuovi stadi che ospiteranno le Olimpiade 2020 inizieranno venerdì 24 luglio e termineranno domenica 9 agosto.Mascotte Tokyo 2020Mascotte Tokyo 2020

Allora che aspettate?

Consultate il mio diario.

Il mio diario di Tokio

Pubblicato in: Blog

Come fare di un lavoro un viaggio


Viaggiare è la mia passione,perciò anche nel lavoro cerco questa possibilità.

Viaggiare per lavoro non sempre ti permette di vedere le cose come un turista.

Prendo il poco di quello che mi offre un viaggio per lavoro e racconto il mio viaggio:

Diga di QuartoDiga di Quarto

Diga di Quarto.

Invaso che trattiene le acque del fiume Savio e il torrente La Para. Si trova nel comune di Sarsina.

Ora diga di Enel Green Power costruita nel 1925 dalla società Società Elettrica Alto Savio ora costituisce il lago di Quarto dove d’estate diventa punto di sfogo turistico per piccole passeggiate in barca.

Ci sono diversi sentieri tracciati che permettono la visita del Lago,
è il secondo lago per dimensioni e per importanza della provincia di Forlì-Cesena dopo Ridracoli.

Da Roma sono circa 300 Km percorrendo la via Flaminia E45.

uscita delle acque dalla centrale uscita delle acque dalla centrale

E ora di pranzo , sara il freddo la fame si fa sentire, a due passi della diga facciamo sosta presso il bar ristorante al lago
Da questi posti la cucina è famigliare e genuina
Il piatto di oggi è lo stinco di maiale.stinco di maiale stinco di maiale


Dopo la mia giornata lavorativa umida e fredda con una temperatura di 2° gradi mi vado a riscaldare con un bel bagno termale.
Poco distante da Quarto il mio hotel che si trova in località Bagno di Romagna.
Approfitto immediatamente delle terme con la piscina all’aperto di sera alle 20 dove ormai ci sono solo io e i 28° di acqua calda.Terme bagni di RomagnaTerme bagni di Romagna

Pubblicato in: Blog

Enel e le sue meravigliose opere


Solo grazie a Enel ho visto con i mie occhi la grandissima opera che i miei colleghi hanno potuto realizzare rispettando l’ambiente naturale che le circonda.
Diga di Fontanaluccia

Diga di Fontanaluccia Diga di Fontanaluccia
Opera costruita negli anni 20 per la produzione di elettricità e per le idrovore delle bonifiche padane. Sbarra il Dolo e raccoglie le acque dal torrente Cervarolo e dal Dragone. Una lunga canalizzazione sotterranea convoglia le acque al bacino di carico della centrale di Farneta 16 km a valle lungo il Dolo. Visibili ancora la strada per la sua costruzione che era dotata di ferrovia a scartamento ridotto, depositi per gli esplosivi. Vicino alla diga c’è la centrale di Muschioso che riceve acqua dal Dragone. Tra una diga e l’altra ci aspetta la pausa pranzo presso il ristorantela posta

Ristorante la posta
Ristorante la posta

Ci sbrighiamo perché fa notte presto e il lavoro ci chiama proseguiamo per la

Diga del dragone 

Ci percorriamo tutta la strada a piedi perchè la strada non era percorribile con l’auto

Arriviamo al bacino il paesaggio è veramente bello natura che trasparente che si mischia con l’architettura di sbarramento opera per l’approvvigionamento dell’energia elettrica.

Diga del Dragone
Diga del Dragone
Pubblicato in: Blog

Viaggio sulla Luna attraverso il cinema


10 novembre 2019 qui Warner village chiama Frist Men.

Se non siete stati sulla Luna allora vi consiglio di andare a vedere questo film.
diretto da Damien Chazelle e scritto da Josh Singer, con protagonisti Ryan Gosling e Claire Foy. La pellicola, adattamento cinematografico della biografia ufficiale First Man: The Life of Neil A. Armstrong scritta da James R. Wikipedia.

Luna
Luna

Il film ti fa rivivere istante per istante l’allunaggio effettuato della navicella spaziale Apollo 11.

Apollo 11
Apollo 11

Il piccolo passo di un grande

uomo

Nonostante fosse stato il primo uomo a piantare la bandiera americana sulla Luna la sua frase più celebre rimase,rimarrò sempre un ingegnere con il proteggi tasca e i calzini boschi.

Da qui la grandezza di quest’uomo cioe la sua umiltà.

Ryan Gosling
Ryan Gosling

Fantastica l’interpretazione di Ryan Gosling che attraverso tante riprese in prima persona unite ad un sonoro strepitoso riusciamo a capire,almeno un po,cosa si provasse a stare dentro ad un X15 a oltre 7000 km orari.

Pubblicato in: Blog

Una centrale all’aperto


Viaggio di lavoro presso la centrale idrica di Canistro.

fonte naturale canistro
fonte naturale Canistro

La centrale nelle vicinanze dello stabilimento di una delle acque con poco contento di sodio acqua Santa Croce.

La centrale è alimentata da un’altra sorgente Liri che nasce in Abruzzo a Petrella Liri, frazione di Cappadocia, a 1108 metri

fiume Liri
fiume Liri

È ubicata nel comune di Canistro in provincia di L’Aquila e fa parte dell’unità territoriale di Ceprano.

La centrale è stata costruita nel 1960.

È una centrale all’aperto,classificata ad acqua fluente proveniente dal fiume Liri

Centrale Enel Green Power Canistro
Centrale Enel Green Power Canistro

Pubblicato in: Blog

Viaggio tra Les Journèes Particulières


02/11/2018 Fendi mette in mostra gratuitamente presso il Palazzo della civiltà di Roma quello che è il mestiere più antico del mondo cioè l’artigianato.

Les Journèes Particulières

All’interno di casa Fendi gli artigiani “artisti” dimostrano al pubblico come sia possibile da un semplice materiale iniziale quali pelle,madreperla, arrivare ad ottenere, grazie ad un immenso talento e professionalità,oggetti che tutto il modo ci invidia.

Fendi Roma

Fendi Roma

Un interessante appuntamento che mette in risalto l’eccellenza artigianale,.

#JPLVMH
#JPLVMH

Gli artigiani ci spiegano  tutti  i passaggi che danno vita ad un gioiello inestimabile che può essere una scarpa una borsa, un orologio.

pelle di coccodrillo
pelle di coccodrillo

Scopri tutti i luoghi dell’iniziativa #JPLVMH

Pubblicato in: Blog

un viaggio tra Architettura e Tecnologia


Diario di Bordo viaggio tra tecnologia e architettura.

Dove si sono incontrati ?

24 e 25 ottobre a Roma è stata presentata da parte della società di IBM #ThinkRoma grandissimo evento in una meravigliosa location ACQUARIO DI ROMA

Facciata acquario di Roma
Facciata acquario di Roma

Un viaggio tra tecnologia e architettura un’esperienza che mi ha coinvolto in entrambi gli argomenti.

la curiosità di cogliere l’occasione di vedere l’Acquario di Roma che non ero neanche a conoscenza della sua esistenza in questa città.

Cosa Vedere ?

L’idea di costruire un Acquario a Roma venne l’ittiologo Pietro Carganico, originario di Como, giunto a Roma all’inizio degli anni ’80 dell’800 per realizzare il suo progetto: creare nella capitale uno stabilimento di piscicultura e un acquario.

Le sue richieste e presentazioni dei relativi progetti alle autorità comunali si inseriscono in un preciso orientamento politico e di sviluppo, coerente agli indirizzi ideologici di Quintino Sella, ed alla sua idea di Roma da caratterizzare come centro della scienza. Nel 1882 il Consiglio Comunale delibera la concessione gratuita al Garganico di un’area dell’Esquilino, nella parte orientale della città, punto d’arrivo della ferrovia, e oggetto dopo L’unità d’Italia del nuovo sviluppo urbanistico della capitale. L’Acquario, realizzato in piazza Manfredo Fanti su progetto dell’architetto Ettore Bernich viene a ricoprire un ruolo di prestigio come polo di aggregazione della zona residenziale diventando uno degli edifici ad uso pubblico più significativi dell’area. Fino al 1894 sono ancora funzionanti le vasche con i pesci nella sala centrale, mentre questa e le gallerie, date in concessione temporanea, vengono utilizzate per mostre, esposizioni, concorsi, riunioni associative. Tra le diverse convive a partire dagli anni trenta con quella di magazzino del Governatorato e del Teatro dell’Opera. L’intervento di restauro condotto su progetto di v. De Feo e S. Stucchi dalla Edilizia Monumentale e dalla Sovrintendenza Comunale tra il 1986 e il 1990, ha permesso il recupero complessivo dell’architettura e delle decorazioni.

ACQUARIO DI ROMA
ACQUARIO DI ROMA

Quale argomento tecnologico è stato presentato?

  • Intelligenza Artificiale
  • Raccolta dei dati

Tutto questo è stato raccontato da IBM per affrontare le nuove sfide per tutte le aziende che vogliono utilizzare le loro tecnologie.

Io ho fatto un salto nel futuro nel mio viaggio utilizzando la tecnologia della realtà virtuale creando la mia storia.

Pubblicato in: Blog

Porte aperte a 72 manieri


Castello Borghese a pratica di mare

Castello Borghese a pratica di mare

Giornata delle dimore storiche

Domenica 21 ottobre si celebra la giornata delle dimore storiche.

La Regione Lazio mette a disposizione tramite prenotazione 72 manieri tra ville e giardini prenota la tua visita

Visitare la villa preferita da Gabriele D’Annunzio il collegio Innocenziano di piazza Navona,Casale di Boccea il Villino Volterra di Ariccia alla villa del Cardinale di Rocca di Papa.

Domani si potranno ammirare tutte queste residenze mille aneddoti per altrettanti personaggi celebri che anno vissuto le dimore storiche.

Io ho prenotato Villa Savorelli Sutri