Pubblicato in: Blog

Enel e le sue meravigliose opere


Solo grazie a Enel ho visto con i mie occhi la grandissima opera che i miei colleghi hanno potuto realizzare rispettando l’ambiente naturale che le circonda.
Diga di Fontanaluccia

Diga di Fontanaluccia Diga di Fontanaluccia
Opera costruita negli anni 20 per la produzione di elettricità e per le idrovore delle bonifiche padane. Sbarra il Dolo e raccoglie le acque dal torrente Cervarolo e dal Dragone. Una lunga canalizzazione sotterranea convoglia le acque al bacino di carico della centrale di Farneta 16 km a valle lungo il Dolo. Visibili ancora la strada per la sua costruzione che era dotata di ferrovia a scartamento ridotto, depositi per gli esplosivi. Vicino alla diga c’è la centrale di Muschioso che riceve acqua dal Dragone. Tra una diga e l’altra ci aspetta la pausa pranzo presso il ristorantela posta

Ristorante la posta
Ristorante la posta

Ci sbrighiamo perché fa notte presto e il lavoro ci chiama proseguiamo per la

Diga del dragone 

Ci percorriamo tutta la strada a piedi perchè la strada non era percorribile con l’auto

Arriviamo al bacino il paesaggio è veramente bello natura che trasparente che si mischia con l’architettura di sbarramento opera per l’approvvigionamento dell’energia elettrica.

Diga del Dragone
Diga del Dragone
Annunci
Pubblicato in: Blog

Viaggio sulla Luna attraverso il cinema


10 novembre 2019 qui Warner village chiama Frist Men.

Se non siete stati sulla Luna allora vi consiglio di andare a vedere questo film.
diretto da Damien Chazelle e scritto da Josh Singer, con protagonisti Ryan Gosling e Claire Foy. La pellicola, adattamento cinematografico della biografia ufficiale First Man: The Life of Neil A. Armstrong scritta da James R. Wikipedia.

Luna
Luna

Il film ti fa rivivere istante per istante l’allunaggio effettuato della navicella spaziale Apollo 11.

Apollo 11
Apollo 11

Il piccolo passo di un grande

uomo

Nonostante fosse stato il primo uomo a piantare la bandiera americana sulla Luna la sua frase più celebre rimase,rimarrò sempre un ingegnere con il proteggi tasca e i calzini boschi.

Da qui la grandezza di quest’uomo cioe la sua umiltà.

Ryan Gosling
Ryan Gosling

Fantastica l’interpretazione di Ryan Gosling che attraverso tante riprese in prima persona unite ad un sonoro strepitoso riusciamo a capire,almeno un po,cosa si provasse a stare dentro ad un X15 a oltre 7000 km orari.

Pubblicato in: Blog

Una centrale all’aperto


Viaggio di lavoro presso la centrale idrica di Canistro.

fonte naturale canistro
fonte naturale Canistro

La centrale nelle vicinanze dello stabilimento di una delle acque con poco contento di sodio acqua Santa Croce.

La centrale è alimentata da un’altra sorgente Liri che nasce in Abruzzo a Petrella Liri, frazione di Cappadocia, a 1108 metri

fiume Liri
fiume Liri

È ubicata nel comune di Canistro in provincia di L’Aquila e fa parte dell’unità territoriale di Ceprano.

La centrale è stata costruita nel 1960.

È una centrale all’aperto,classificata ad acqua fluente proveniente dal fiume Liri

Centrale Enel Green Power Canistro
Centrale Enel Green Power Canistro

Pubblicato in: Blog

Viaggio tra Les Journèes Particulières


02/11/2018 Fendi mette in mostra gratuitamente presso il Palazzo della civiltà di Roma quello che è il mestiere più antico del mondo cioè l’artigianato.

Les Journèes Particulières

All’interno di casa Fendi gli artigiani “artisti” dimostrano al pubblico come sia possibile da un semplice materiale iniziale quali pelle,madreperla, arrivare ad ottenere, grazie ad un immenso talento e professionalità,oggetti che tutto il modo ci invidia.

Fendi Roma

Fendi Roma

Un interessante appuntamento che mette in risalto l’eccellenza artigianale,.

#JPLVMH
#JPLVMH

Gli artigiani ci spiegano  tutti  i passaggi che danno vita ad un gioiello inestimabile che può essere una scarpa una borsa, un orologio.

pelle di coccodrillo
pelle di coccodrillo

Scopri tutti i luoghi dell’iniziativa #JPLVMH

Pubblicato in: Blog

un viaggio tra Architettura e Tecnologia


Diario di Bordo viaggio tra tecnologia e architettura.

Dove si sono incontrati ?

24 e 25 ottobre a Roma è stata presentata da parte della società di IBM #ThinkRoma grandissimo evento in una meravigliosa location ACQUARIO DI ROMA

Facciata acquario di Roma
Facciata acquario di Roma

Un viaggio tra tecnologia e architettura un’esperienza che mi ha coinvolto in entrambi gli argomenti.

la curiosità di cogliere l’occasione di vedere l’Acquario di Roma che non ero neanche a conoscenza della sua esistenza in questa città.

Cosa Vedere ?

L’idea di costruire un Acquario a Roma venne l’ittiologo Pietro Carganico, originario di Como, giunto a Roma all’inizio degli anni ’80 dell’800 per realizzare il suo progetto: creare nella capitale uno stabilimento di piscicultura e un acquario.

Le sue richieste e presentazioni dei relativi progetti alle autorità comunali si inseriscono in un preciso orientamento politico e di sviluppo, coerente agli indirizzi ideologici di Quintino Sella, ed alla sua idea di Roma da caratterizzare come centro della scienza. Nel 1882 il Consiglio Comunale delibera la concessione gratuita al Garganico di un’area dell’Esquilino, nella parte orientale della città, punto d’arrivo della ferrovia, e oggetto dopo L’unità d’Italia del nuovo sviluppo urbanistico della capitale. L’Acquario, realizzato in piazza Manfredo Fanti su progetto dell’architetto Ettore Bernich viene a ricoprire un ruolo di prestigio come polo di aggregazione della zona residenziale diventando uno degli edifici ad uso pubblico più significativi dell’area. Fino al 1894 sono ancora funzionanti le vasche con i pesci nella sala centrale, mentre questa e le gallerie, date in concessione temporanea, vengono utilizzate per mostre, esposizioni, concorsi, riunioni associative. Tra le diverse convive a partire dagli anni trenta con quella di magazzino del Governatorato e del Teatro dell’Opera. L’intervento di restauro condotto su progetto di v. De Feo e S. Stucchi dalla Edilizia Monumentale e dalla Sovrintendenza Comunale tra il 1986 e il 1990, ha permesso il recupero complessivo dell’architettura e delle decorazioni.

ACQUARIO DI ROMA
ACQUARIO DI ROMA

Quale argomento tecnologico è stato presentato?

  • Intelligenza Artificiale
  • Raccolta dei dati

Tutto questo è stato raccontato da IBM per affrontare le nuove sfide per tutte le aziende che vogliono utilizzare le loro tecnologie.

Io ho fatto un salto nel futuro nel mio viaggio utilizzando la tecnologia della realtà virtuale creando la mia storia.

Pubblicato in: Blog

Porte aperte a 72 manieri


Castello Borghese a pratica di mare

Castello Borghese a pratica di mare

Giornata delle dimore storiche

Domenica 21 ottobre si celebra la giornata delle dimore storiche.

La Regione Lazio mette a disposizione tramite prenotazione 72 manieri tra ville e giardini prenota la tua visita

Visitare la villa preferita da Gabriele D’Annunzio il collegio Innocenziano di piazza Navona,Casale di Boccea il Villino Volterra di Ariccia alla villa del Cardinale di Rocca di Papa.

Domani si potranno ammirare tutte queste residenze mille aneddoti per altrettanti personaggi celebri che anno vissuto le dimore storiche.

Io ho prenotato Villa Savorelli Sutri

Pubblicato in: Blog

La Sagra nel Tempo


Soriano del Cimino 13 ottobre 2018.

La Sagra delle Castagne ha lontanissime origini che vanno in festa in una festa dal Consiglio della Comunità del secolo XV per ricordare alcuni tragici fatti avvenuti a soriano nel 1489 il tentativo di conquista del castello Orsini da parte del signore di Vignanello Pier Paolo Nardini e la successiva sanguinosa battaglia del Fosso del Buon Incontro.

Soriano del Cimino sagra della Castagna

Soriano del Cimino sagra della Castagna

La storia e la leggenda

La leggenda narra che ad accorgersi dell’avvicinarsi del mercenai vignanellesi è stata una vecchia, abitante sulla collina della Bastia e che nottetempo aveva visto agitarsi una Fiaccola sulla sommità del maschio del Castello .

Tuto dunque era predisposto per lappropriazione del castello anche con l’uccisione del castellano Carvajal, quando, la vecchietta del Carnaiolo, così era soprannominata, sveglio di corsa i Sorianesi incitandoli un fronteggiare il nemico.

I Sorianesi, compresa la gravità della situazione, si diressero in parte al castello ed in parte verso la strada che conduceva un Vignaneli.

Qui in un luogo che da quel giorno è noto Fosso del Buon Incontro, si avventarono contro il traditore ed i suoi complici ligettarono dal merlo più alto della torre del castello Papa Innocenzo VIll, per premiare la fedeltà dei Sorianesi, promulgo la Bolla d’oro, con la quale concesse alla popolazione, prima e dopo la Camera Apostolica ed autorizzo laggiunta, sullo stemma comunale, della parola FIDELITAS.

Castagne

Castagne

Il paese è tutto addobbato ed è possibile assistere a una scena rievocativa a metà strada tra la storia e la leggenda. Il paese per due settimane si trasforma completamente, anche da un punto di vista architettonico. Vengono ricostruiti ponti levatoi, portoni, cancelli in ferro, torrette e coperte le insegne dei negozi. Tutto questo per ricreare il più possibile orologio di tempi passati. In tutte le strade del centro storico sono le bandiere che ricordano gli stemmi dei signori un tempo i proprietari del feudo di Soriano nel Cimino, Ci sono gli Orsini, i Guastapane, i Vitelleschi,  Di Vico, i Borgia, gli Sforza, i Della Rovere, i Caraffa, i Madruzzo, i Colonna, gli Altemps, gli Albani ei Chigi.

Sagra della Castagna
Sagra della Castagna

Pubblicato in: Blog

Tra Storia e Cinema


Forte Bravetta tra antichi segreti e Artiglierie

Oggi 28/09/2018 grazie all’Associazione di promozione sociale Progetto Forti si è potuti entrare all’interno del Forte Bravetta uno dei primi forti romani realizzati costruito nel dicembre del 1877 e il gennaio 1883.

Forte Bravetta
Forte Bravetta

La natura ha preso il sopravvento; silenzio e cinguettii fanno da colonna sonora.

A Bravetta, circondato dal parco si possono avvistare volpi e nibbi.

Interno del Forte Bravetta
Interno del Forte Bravetta

E’ in’oltre palcoscenico di molti film; l’ultimo per esempio “Freaks out” girato da Gabriele Mainetti

Posto a distanza di circa 3 km dalle Mura Gianicolensi, e a 3,7 Km dalle antiche Mure Aureliane e distante 2 Km dal forte Portuense.

Esterno  del Forte Bravetta
Esterno del Forte Bravetta

Aveva lo scopo di controllare e difendere la porzione sud.occidentale dell’Agro Romano.

I Militari si recavano al Forte solo durante le esercitazioni di difesa fino allo scoppio della I Guerra Mondiale.

Dal 1932 al 1945 fu luogo di esecuzione delle sentenze capitali.

Dopo il 1945 sarà adibito a polveriera e a deposito archivistico dello Stato Maggiore dell’Esercito e della Camera dei Deputati.

Ringrazio il presidente Simone Ferretti dell’associazione per la bella visita guidata.

Riporto alcune immagini prese dall’archivio Luce L’esecuzione di Caruso

Alloggi  del Forte Bravetta
Alloggi del Forte Bravetta

Pubblicato in: Blog

23 novembre unica data


Se volete visitare le catacombe di Santa Felicita segnativi questa data 23 novembre.

santafelicita1

Passo spesso per via Simeto per l`ora di pranzo, vedevo un portone con sopra scritto  catacombe di Santa Felicita ma non c’erano indicazioni sull’apertura di queste catacombe.

santafelicita4

La catacomba di santa Felicita si articola su tre livelli: nel primo livello, quello più antico, è posta la piccola basilica dedicata al martire Silano, la cui costruzione risale alla seconda metà del IV secolo : le reliquie del martire erano poste in un altare in fondo alla basilichetta. Nello stesso ambiente vi era una pittura, scoperta nel 1884 e risalente alla fine del VII secolo  o gli inizi dell’ VI di matrice bizantina , che ritrae Felicita circondata dai suoi sette figli. Di essa oggi rimangono pochi frammenti, a causa di una frana della parete.

santafelicita3

 

Pubblicato in: Blog

Presepi del Quirinale


29 Dicembre 2015
Grazie Presidente Mattarella, per averci permesso di entrare nelle stanze della storia della Repubblica Italiana per poter ammirare  Le tradizioni regionali al Quirinale  Presepi d’Italia.

Quale espressione più bella per ricordare una delle tradizioni più antiche cioè il Presepe.

Le sue origini risalgono al lontano 1223 quando  S. Francesco realizzo nelle campagne di Greccio il primo presepe vivente per ricordare la povertà e la nascita dei Gesù bambino

Nella sala di Augusto sono stati allestiti i presepi di tutta Italia.
marco vignaroli
Trentino

Marche: L’unico presepe animato nella parte superiore vi è riprodotta una parete in pietra della Santa casa di Loreto (Cesare Rossi)

marco vignaroli
Marche
Trentino: Scultura in legno di noce riprende la realizzazione tradizionale delle figure intagliate del Trentino.
 (Felix Deflorian)

Liguria: Presepe realizzato con figure a manichino ligneo (Pasquale Navone)

marco vignaroli
Liguria
marco vignaroli
Emilia Romagna
marco vignaroli
Basilicata

























Emilia Romagna:le cinque statue fanno parte delle 70 statue della fondazione Cassa di risparmio di Bologna (Giacomo De Maria)

Basilicata:Ricalca un angolo dei sassi di Matera (Mario D’Addiego)

Sardegna:L’opera rappresenta la natura Sarda fatta di sughero e sassi e il bianco la veste della natività di Gesù (Maria Crespellani)

marco vignaroli
Sardegna


Friuli Venezia Giulia : manufatto artistico rappresenta da un lato le tradizioni culturali della terra di confine e dall’altro tracce di una terra bizantina.(Lorenzo Boemo)

marco vignaroli
Friuli Venezia Giulia











Lazio:il presepio esposto realizzato nel 2012 è costituito da una lanterna all’interno sono rappresentati San Francesco con il bambino Gesù perrievocare l’evento del 1223 nella grotta di Greccio.(Enza e Giuseppe Salamone)

marco vignaroli
Lazio

Umbria: La manifattura rappresenta una tradizione famigliare di scultori risalenti al XVII secolo rappresentato dall’antico mattonato Umbro (Laura Prosperi)

marco vignaroli
Umbria

Abruzzo:eseguito interamente con materiali naturali è incastonato in un vero tronco di olmo e caratterizzato da funghi e un nido di picchio.(Piero Boschetti)
marco vignaroli
Abruzzo

Veneto : realizzato a mano in vetro artistico di Murano con la lavorazione del bullicante (Matteo Tagliapietra)

marco vignaroli
Veneto
Toscana:statue realizzate in un antico laboratorio con antichi stampi la produzione è eseguita artigianalmente(Simone Fiori)
marco vignaroli
Toscana
marco vignaroli
Alto Adige




Alto Adige :La sagra Famiglia è il nome dell’opera di (Ivo Piazza)

Valle d’Aosta: Ispirato alla cultura contadina Valdostana trasformando gesti e oggetti in arte (Giovanni Thoux)
marco vignaroli
Valle d’Aosta

Sicilia: Ambientato tra le rovine di un edificio classico si colloca nel secolo XVIII lavorazione di materiali nobili esalta la policromia di corallo e argento e oro (Maestranze Trapanesi)

marco vignaroli
Sicilia
marco vignaroli
Puglia
Puglia:Presepe di carta pesta leccese raffigurante la campagna rupestre salentina.Unica capanna diroccata le statue sono realizzate in marmo (Marco Epicochi)
Piemonte : Viene riproposto il paesaggio tipico dei vecchi presepi piemontesi i pastori sono quelli della tradizione popolari (Guido Moro)
marco vignaroli
Piemonte

Molise:Il presepe rappresenta una delle quattro porte monumentali Porta Tammaro è posta sulla cinta muraria della città romana di Sepino.(Dante Pietro Barricella)

marco vignaroli
Molise

Lombardia: Gesso e legno sono i materiali utilizzati per la realizzazione delle statuine opera di Onorato Ferrari nato nel 1897.(Onorato Ferrari)

marco vignaroli
Lombardia
marco vignaroli
Calabria

Calabria: Il presepe e degli anni 50 eseguito dal reverendo (Antonio Rotondo)

Campania: L’opera rappresenta la scena di un rudere d’età romana,caratterizzato da una mezza colonna La scena è completata da statuine dette “Pastori” (Biagio Roscigno Guglielmo Muoro)

marco vignaroli
Campania