Pubblicato in: Viaggi

Il Palazzo Senatorio 


Il Palazzo Senatorio oggi ultima Domenica del mese apre al pubblico i suoi spazi archeologici e le sue aule storiche.

campidoglio
Campidoglio

Attuale sede di rappresentanza di Roma Capitale. Sorge sulle rovine di due edifici di età romana. La nostra accoglienza inizia dalla sala del Carroccio 

sala carroccio
Carroccio

La sala prende il nome della magnifica iscrizione in versi in caratteri gotica realizzata in memoria dell’ invito ai romani.

Tempio di Veiove e Tabularium    

Si possono osservare dall’alto i resti del tempio di Veiove scoperti nel 1938-1940.al suo intero è stata rinvenuta la colossale statua marmore di culto della divinità.

Passiamo nell’anticamera del sindaco e poi nel salotto dell’orologio sala di rappresentanza, qui vengono accolti tutte le rappresentanza del mondo dove lasciano i loro commenti ne libro d’oro.

Orologio del sindaco
Orologio Del Sindaco

Al suo interno l’orologio notturno opera di artigiani romani della fine del Seicento. Un lume al suo interno rende visibile l’ora anche di notte.

Visitiamo la sala del sindaco e poi la sala dell’orario e sede delle riunioni  pregevole arazzo fiammingo della seconda metà del cinquecento.

Arriviamo all’aula Consigliere detta di Giulio Cesare.

Centro vitale del palazzo mantenendo inalterata la sua funziona di sala di riunione dei massimi rappresentanti dell’amministrazione cittadina. Qui si riunisce l’assemblea capitolina qui sono esposte tutte le 22 bandiera dei rioni di Roma.

Le state che si fronteggiano di fronte ad un meraviglioso mosaico sono di Giulio Cesare e di Novarca romano del I secolo.

Sala Giulio Cesare
Sala Giulio Cesare
Pubblicato in: Viaggi

Presepi Napoletani 


A Bracciano di Roma da 25 al 27 novembre la mostra dei più bei presepi originali di San Gregorio Armeno.

Le associazioni Asso. Del lago e corpo di Napoli presentano i presepi Napoletani esposti nelle vie caratteristiche del centro storico di Bracciano. L’esposizione dei presepi è all’interno delle vecchie botteghe artigianali.

Il paesaggio è arricchito dal mercatino di Natale

Pubblicato in: Viaggi

Per non trovarmi impreparato


La morte non va in vacanza

Quest’estate mentre facevamo la nostra passeggiata quotidiana, improvvisamente vediamo delle persone agitarsi vicino la riva.

Il nostro cammino si fa più veloce.  per  cercare di capire  cosa è successo.

Di fronte ai nostri occhi una persona sdraiata priva di sensi e una persona che provava a rianimare facendo il massaggio cardiaco mentre le sirene dell’ambulanza si avvicinavo. Ero fermo impaurito vedendo una corpo ormai privo di vita.

Poi sono venuti i soccorsi ma il suo cuore era fermo.

Manichino

Ho saputo il giorno seguente che la persona era deceduta, causa di infarto  mentre passeggiava in acqua a fianco alla sorella.

Oggi ho voluto partecipare in prima persona alla dimostrazione delle azienda Manovre Salvavita e sull’utilizzo del Defibrillatore  eseguite all’interno della mia azienda.

Voglio condividere il video degli operatori volontari e della meravigliosa spiegazione del Dr Langella.

Video 

 

Pubblicato in: Viaggi

Visita ai sotterranei del vittoriano rifugio antiaereo


Visita ai sotterranei del vittoriano rifugio antiaereo

Nel 1888 vengono rinvenuti dei reperti di epoca Traianea proprio dove ora sorge l’Altare della Patria.

Durante i bombardamenti della II Guerra Mondiale questi sotterranei furono usati dai Romani per sfuggire alle bombe lanciate dagli aerei nemici.

Sotterraneo Vittoriano

 

interno sotterraneo

Oggi questo sito puo’ essere visitato gratuitamente ogni  sabato e  domenica per un max di 10 persone ( previa prenotazione circa mezz’ora prima del tour) accompagnate da una guida che  accompagnerà il gruppo nei meandri dei sotterranei, dotando ognuno di una piccola torcia per meglio apprezzare i singoli dettagli del percorso.

 

Pubblicato in: Viaggi

Scalo marittimo di Roma


Il bacino a forma esagonale era l’area di attacco delle navi  costruito dagli imperatori Claudio e Traiano nel periodo del 42 d. C.
Era in grado di ospitare fino a 200 navi.

Questo luogo era un insenatura naturale di circa 3 km a nord dell’antica foce del Tevere.
L’area Archeologica del porto di Claudio e Traiano si estende con una serie di muri per protezione ai magazzini.
Iniziamo con la strada con le colonne costruite con la tecnica stile bagnato rustico.
Le colonne sono in travertino.
Ci troviamo a fare lo stesso percorso delle navi che andavamo verso il bacino esagonale.
Proseguendo sullo sterrato si intravedono i magazzini detti di Settimio Saverio.
Del complesso si conserva anche il secondo piano.